Sistema fiscale austriaco

Il sistema fiscale austriaco è tra i più competitivi per le aziende, in particolare per quelle che investono in ricerca e innovazione. Un modo per incentivare gli investimenti esteri

Il sistema fiscale austriaco presenta alcuni vantaggi per le imprese e anche per le persone fisiche: l'Austria ha firmato infatti accordi con molti paesi anche per evitare la doppia tassazione per le persone fisiche.
Per quanto riguarda le tasse societarie, gli utili d'impresa sono sottoposti ad un'aliquota del 25%: aliquota abbassata qualche anno fa dal 34%. Un'aliquota che rende piuttosto appetibile e competitivo investire in Austria.

Interessante, nel sistema fiscale austriaco, la così detta tassazione di Gruppo. In cosa consiste? In un sistema che permette, non solo ai grandi gruppi ma anche a gruppi più piccoli di società affiliate, di avere una sola base d'imposta per tutte le società che appartengono allo stesso gruppo. Cosa significa? Significa che se si disloca la propria attività in Austria (scegliendola come sede d'impresa) si può avere una compensazione tra perdite e utili anche registrati oltre confine. Un altro vantaggio è la possibilità di ammortizzare su un arco di 15 anni il così detto "avviamento" che fa parte del prezzo della partecipazione ad una società che confluisce in quel gruppo.

Rendere appetibile gli investimenti esteri è obiettivo di un governo che vuole attrarre capitali, per questo il sistema fiscale austriaco prevede anche molte detrazioni alle aziende; detrazioni che, messe insieme, possono ridurre al 23% l'imponibile fiscale. Particolarmente interessante ( e lungimirante) il sistema fiscale che prevede esenzioni per chi investe in ricerca. I costi sostenuti per fare ricerca possono essere detratti fino addirittura al 35% se questi investimenti hanno un effettivo impatto migliorativo dal punto di vista socio-economico. In più, se le aziende che investono in ricerca, nell'anno in cui hanno fatto questi investimenti non ottengono utili, possono richiedere un sostegno pari all'8% della spesa sostenuta. Premio che arriva invece al 6% se si sostengono spese per la formazione delle risorse umane. Investire nella formazione può altresì essere incentivato dal fatto che può essere esentato il 20% di quanto speso in questo settore.

Per quanto riguarda la tassazione sui redditi per le persone fisiche è importante sapere che chi risiede stabilmente in Austria deve obbligatoriamente sottoporre a tassazione austriaca i redditi fatti sia sul territorio austriaco, sia all'estero. I redditi che devono essere tassati sono:
• redditi agricoli
• redditi da lavoro autonomo
• redditi da impresa
• redditi da lavoro dipendente
• redditi da capitale
• redditi derivanti da affitto di immobili
In questo caso le aliquote (a seconda dell'ammontare dei redditi) hanno entità progressiva da 0 a 50%.

La fonte di questi dati è advantageaustria.org




Scrivici se hai domande o commenti sull'Austria

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *

Email *

Commento