Documenti e residenza in Austria

Procedure e passi burocratici da compiere se ci si trasferisce in Austria per più di un anno: come iscriversi all'AIRE e cosa fare per ottenere la domiciliazione

Dal momento che l'Austria è parte integrante dell'Europa, per i cittadini italiani non è necessario nessun permesso di soggiorno per vivere e lavorare in Austria. Ci sono solo alcune pratiche burocratiche da compiere per ottenere la residenza, come in qualunque paese europeo. Come riportato anche dal sito dell'Ambasciata d'Italia a Vienna, il cittadino italiano che si trasferisce all'estero per più di un anno deve iscriversi all'AIRE.
L'iscrizione richiede la presentazione o l'invio dei seguenti documenti:
• documento di identità valido (passaporto o carta d'identità
• certificato di residenza austriaco (bestaetigung der meldung mit hauptwohnsitz; in alternativa il legitimationskarte rilasciata dal Ministero degli Affari Esteri austriaco.

L'iscrizione all'AIRE, divenuta più rigida, è praticamente obbligatoria e deve essere fatta entro 90 giorni dall'arrivo nel nuovo paese di residenza. Questa iscrizione è necessaria per l'ottenimento di documenti vari come il rilascio o il rinnovo del passaporto.

Ricordiamo che quello che viene chiamato EWR-Lichtbildaausweis non è richiesto ai cittadini europei (è l'equivalente del permesso di soggiorno) Adempiute le pratiche di iscrizione all'EIRE serve richiedere la domiciliazione. Per fare ciò sarà sufficiente recarsi agli uffici comunali della città austriaca in cui ci si trova per essere iscritti al registro degli abitanti. Utile portare con sé i seguenti documenti:
• contratto d'affitto che certifichi il domicilio
• contratto di lavoro
• prova che si è aperto un conto in banca in Austria
• codice fiscale.

La domiciliazione è chiamata Meldezettel e riporterà i dati di residenza (fino a quando non sarete ufficialmente residenti in Austria i dati saranno quelli relativi alla vostra residenza in Italia. Il Meldezettel è un documento utilissimo in Austria per ottenere altre documentazioni.

Informatevi presso l'Ambasciata o presso un ufficio consolare sulle procedure per avere (se è ancora necessario visto che lo era fino a due anni fa) il così detto Anmeldebescheinigung, documento regolamentato da una direttiva europea, che certifica di avere un lavoro e, quindi, di poter avere sostanzialmente una copertura sanitaria.




Scrivici se hai domande o commenti sull'Austria

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *

Email *

Commento